Il Commento

Genere umano bene prezioso

Uomini e donne uniti alla "Marcia della non violenza"

Non faremo cronaca, almeno questa volta. Non racconteremo nel dettaglio la "Marcia della non violenza", promossa dalla Consulta Femminile e dall'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Giovinazzo ed andata in scena sabato scorso. No, questa volta andremo oltre il dovere di buoni cronisti, perché "andare oltre" questa volta vuol dire soffermarsi su quello che la manifestazione ci ha insegnato e ci ha fatto scoprire, superando decenni di inutili steccati.

Ci ha insegnato che le differenze di genere, quelle ottuse, chiuse credenze che vogliono gli uomini da una parte e le donne dall'altra, quasi due universi comunicanti solo a singhiozzo, non esistono più. Sta finendo il tempo di urlare al vento che bisogna fare qualcosa per fermare i "femminicidi", parola brutta da un punto di vista strettamente linguistico quasi quanto l'odioso e terribile reato che connota, perché quel tempo è finalmente arrivato. Abbiamo imparato che gli uomini accanto alle donne sanno dare un senso alla parola "complementarietà", uniti e convinti che solo insieme ce la si può fare. Sindacati, associazioni culturali, sportive e di categoria hanno teso la mano alla politica ed alle istituzioni ed hanno testimoniato un'unione di intenti sconosciuta a Giovinazzo sotto altri punti di vista.

Giovinazzo, già...
La cittadina delle eterne divisioni si è ritrovata compatta, per una volta convinta che i talebani del moderno "apartheid tra quattro mura" debbano per sempre sparire dalle cronache dei nostri media, colpiti da una giustizia giusta e da una società che sa far muro contro di loro. Uomini e donne, bambini e bambine, famiglie intere, cattoliche e laiche, uniti per un unico scopo. Ha vinto Giovinazzo, salvo rari protagonismi. Ha vinto contro i pregiudizi, contro il maschilismo strafottente ed il femminismo intransigente, quello triste e per fortuna sepolto de "l'utero è mio e lo gestisco io" degli anni '70. Ha vinto la dignità delle donne scese in piazza, lontanissime da quei modelli, grazie alla forza delle loro vite quotidianamente spese a dimostrare che insieme si può, che dalle famiglie e dalle giovani generazioni sta germogliando l'esempio.

Non generi divisi, dunque, ma incontro tra i due universi, oggi finalmente e nuovamente comunicanti, che si tengono per mano fino a plasmare un domani senza ombre ed illuminato dalla luce radiosa del rispetto reciproco, base su cui costruire una società che dia valore all'essere umano nella sua totalità. Da sabato quel domani è un pochino più vicino. Anche grazie alla gente di Giovinazzo.
  • Consulta femminile
  • Marcia della non violenza
Altri contenuti a tema
Marzo mese dedicato alle donne: gli eventi a Giovinazzo Marzo mese dedicato alle donne: gli eventi a Giovinazzo Martedì 15 l'inaugurazione della nuova sede dello sportello d'ascolto cittadino
Parità di genere, ‘Libere di…VIVERE’ fa tappa a Giovinazzo Parità di genere, ‘Libere di…VIVERE’ fa tappa a Giovinazzo La mostra all'IVE dal 16 al 18 ottobre
“Donne nella storia del rock”, a Giovinazzo un evento organizzato dalla Consulta Femminile   “Donne nella storia del rock”, a Giovinazzo un evento organizzato dalla Consulta Femminile   Alle 21.00 all'interno dell'Istituto Vittorio Emanuele II
Consulta Femminile Giovinazzo, l'8 marzo per celebrare il genio femminile Consulta Femminile Giovinazzo, l'8 marzo per celebrare il genio femminile La forza delle idee e delle proprie qualità per un futuro senza discriminazione di genere
L'IVE s'illumina per il diritto alla felicità delle donne L'IVE s'illumina per il diritto alla felicità delle donne Ieri sera le iniziative per celebrare la Giornata Internazionale di lotta alla violenza su di esse
Violenza sulle donne, la FIDAPA Giovinazzo stasera illumina la facciata dell'IVE Violenza sulle donne, la FIDAPA Giovinazzo stasera illumina la facciata dell'IVE De Matteo: «La violenza si combatte anche con un messaggio deciso proiettato su una storica facciata»
Dimissioni Colaluce, il riconoscimento della Consulta femminile Dimissioni Colaluce, il riconoscimento della Consulta femminile «Fiducia e grande carica motivazionale hanno contraddistinto il nostro rapporto di collaborazione»
Impresa e sharing economy, concluso il terzo modulo del corso voluto dalla Consulta Femminile di Giovinazzo Impresa e sharing economy, concluso il terzo modulo del corso voluto dalla Consulta Femminile di Giovinazzo Apprezzamento unanime per l'intervento di Claudia Segre
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.