Il Commento

Ha vinto Renzi o l'italiano medio?

Riflessione post referendum

Riflettere su di un qualsiasi voto, frutto dell'espressione più alta della democrazia, è sempre arduo. In un Paese come l'Italia, forse, lo è ancor di più, specie se quel voto è legato ad un referendum, istituto che da almeno un ventennio non ha quasi più ragion d'essere in questa penisola.

Non ce l'ha, se si pensa che stanno sistematicamente fallendo tutti i tentativi di dare un senso all'espressione "democrazia partecipata". Che mai significherà se poi, quando ve ne è l'opportunità, non ci si reca alle urne? Per questo il voto, anche quello localissimo, quello giovinazzese, fa un po' arrabbiare chi crede che, esprimere la propria opinione con una matita in mano, sia il senso più profondo di quanto ci è stato trasmesso dei padri costituenti (e scusateci se li scomodiamo...).

Ieri, con il 31% e spiccioli di italiani che si sono recati alle urne, un senso molto forte di impotenza, rispetto alle scelte delle stanze dei bottoni, si è fatto ancor più pressante. Giovinazzo è andata oltre il 41%, dimostrando un po' più di altre realtà di voler far sentire la sua voce, qualsiasi essa fosse. Non importava un SI o un NO, importava la presenza, l'esserci, il farsi sentire popolo. Una volta tanto. Una sola volta.

Ed invece, complici i risultati di tutto il resto del Paese (quello con la P maiuscola), il quorum non è stato raggiunto, il Premier ha gongolato, alcuni parlamentari che erano per l'astensionismo si son fatti beffa sui social di tanti cittadini (salvo poi addrizzare il tiro) e buonanotte ai suonatori. «I vincitori sono i lavoratori delle piattaforme e questo è uno smacco alla demagogia di alcuni» si è affrettato a dire il Presidente del Consiglio che, dalle urne, però, ancora non ci è mai passato.

Ma quel che conta in questo caso è il vedere come l'italiano medio, quello a cui piace più il gossip che l'attualità, abbia continuato beatamente a godersi la sua calda domenica di aprile. Salvo poi, ne siamo certi, tornare da oggi ad attaccare "la casta", quelli che comandano, le lobbies ed a ribadire forte il suo "Piove, Governo ladro!".

Costoro non potranno lamentarsi oggi, quando ieri erano chiamati a far sentire il proprio assenso o il proprio dissenso circa una norma del nostro ordinamento. Non potranno farlo per il semplice fatto che hanno preferito il mare (toh, guarda il caso a volte!) o i centri commerciali aperti, alla cabina elettorale. Peggio per loro e purtroppo per noi, per tutti quelli che hanno votato SI e NO.

Forse, in conclusione, non ha vinto Renzi o il renzismo e nemmeno le multinazionali del petrolio. Forse, lo diciamo sommessamente, ha vinto la stramaledettissima indolenza di una parte consistente di un popolo rassegnato ad un futuro deciso da altri.
  • referendum
Altri contenuti a tema
Iniziato scrutinio: DIRETTA TESTUALE Iniziato scrutinio: DIRETTA TESTUALE Gli aggiornamenti in tempo reale
Referendum costituzionale, si vota dalle 7.00 alle 23.00 Referendum costituzionale, si vota dalle 7.00 alle 23.00 Ufficio anagrafe aperto tutto il giorno per documenti
Referendum, il NO secco di Forza Italia Referendum, il NO secco di Forza Italia Ieri sera conferenza in San Felice con Savino, Damascelli e Avenia
Referendum, per il NO a Giovinazzo Sisto e la Savino Referendum, per il NO a Giovinazzo Sisto e la Savino Alle 18.30 in Sala San Felice con Domenico Damascelli
Referendum costituzionale, le ragioni del NO in un incontro Referendum costituzionale, le ragioni del NO in un incontro Stasera alle 19.30 in Sala San Felice
Referendum, i 5 Stelle per le ragioni del NO Referendum, i 5 Stelle per le ragioni del NO Appuntamento in San Felice alle ore 18.00
Referendum, il PD organizza un dibattito Referendum, il PD organizza un dibattito Domani sera in sala San Felice
Referendum, le ragioni del SI nell'incontro con Carmela Capobianco Referendum, le ragioni del SI nell'incontro con Carmela Capobianco Secondo incontro organizzato dall'Osservatorio per la Legalità e la Difesa del Bene Comune
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.