La rapina al Compro Oro di Molfetta
La rapina al Compro Oro di Molfetta
Cronaca

Si finge cliente, ma è complice dei rapinatori: arrestato

Preso un 31enne di Giovinazzo dopo il colpo ad un Compro Oro di Molfetta. Incastrato dai filmati delle telecamere

Si finge cliente terrorizzato: così si è fatto aprire l'ingresso blindato di un Compro Oro ed ha consentito ai suoi complici di completare la rapina.

È accaduto nel pomeriggio del 22 ottobre scorso a Molfetta, dove i Carabinieri della locale Compagnia, agli ordini del capitano Vito Ingrosso, hanno arrestato e posto ai domiciliari un 31enne pregiudicato di Giovinazzo, Vincenzo Germinario, accusato di rapina aggravata in concorso. A farne le spese è stato un Compro Oro, ubicato in via Rattazzi.

Per farsi aprire la porta, il 31enne si è infatti finto un cliente. Una volta dentro, ha tenuto aperta la porta per consentire l'ingresso dei due complici, (guanti alle mani, e per non farsi riconoscere volti coperti da passamontagna e un ombrello) armati di un bastone e di una pistola (difficile capire se fosse un'arma giocattolo, nda). L'uomo ha poi iniziato la sua recita, mettendosi da parte ed accovacciandosi, apparentemente terrorizzato, senza che nessuno lo minacciasse, in un angolo del negozio.

Uno dei complici ha invece tenuto costantemente sotto tiro la commessa e il suo compagno, occasionalmente presente, puntando loro la pistola, mentre il secondo complice, dopo aver bloccato la porta con una mazza di legno, ha svuotato in pochi secondi la cassa, arraffando circa 1.000 euro. Il terzo rapinatore, (il finto cliente che aveva fatto strada ai complici), invece, evidentemente troppo entrato nel ruolo, anche dopo la fuga dei due complici, ha continuato a recitare la parte della vittima inconsapevole.

Forse certo che la sua recita gli avrebbe consentito di farla franca, dopo il colpo ha rinunciato ad allontanarsi, indotto anche dall'energica reazione della coppia, che, ritenendolo un testimone chiave, ha preteso che rimanesse sul posto sino all'arrivo delle forze dell'ordine.

Le immagini registrate dalle telecamere del negozio, tuttavia, non hanno lasciato dubbi ai Carabinieri della Compagnia di Molfetta sulle responsabilità del finto cliente che è stato così arrestato e, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, confinato agli arresti domiciliari.

Adesso è aperta la caccia per risalire all'identità dei due complici.
Carico il lettore video...
  • Rapine Molfetta
  • Arrresti Giovinazzo
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.