padre eterno
padre eterno
Vita di città

Monsignor Martella: «Non lasciate chiusi i gioielli artistici»

Le forti affermazioni del prelato al ritorno a San Domenico del "San Felice in Cattedra"

«Non lasciate sotto chiave i tanti gioielli giovinazzesi. Le nuove generazioni non devono essere private del godimento della storia dell'arte». Parole di mons. Luigi Martella, vescovo della diocesi Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi, Ruvo di Puglia nella serata che ha visto il rientro nella parrocchia di San Domenico del "San Felice in Cattedra", il dipinto del 1542 attribuito al genio rinascimentale di Lorenzo Lotto.

Il prelato ha inteso così dare una direzione ben precisa alla comunità giovinazzese in fatto di patrimonio artistico. Non si può più continuare ad ignorare un simile tesoro che Giovinazzo ha in loco e così anche monsignore ha ribadito un punto di vista fermo, che non ammette interpretazioni di sorta. Starà al clero locale, talvolta nel mirino dei contestatori, anche se non sempre a ragione, dare una sterzata nel senso indicato dalla guida spirituale diocesana. Le chiesette confraternali, quella del Padre Eterno e l'altra di Santa Lucia nell'agro verso Terlizzi, la stessa Concattedrale custodiscono, o rappresentano esse stesse, secoli di storia ed opere d'arte di pregio e devono essere aperte al pubblico il più possibile. Nell'esortazione di mons. Martella c'è poi una ulteriore indicazione preziosa: aprire il patrimonio artistico ai giovani. La sensibilità mostrata da alcuni sacerdoti, primi fra tutti don Pietro Rubini e padre Francesco Depalo di San Domenico, potrebbe fare la differenza rispetto al passato.

Giovinazzo gode in questi mesi anche di un ritrovato (ma non semplice) dialogo tra amministratori locali, in primis l'assessora alla Cultura, Marianna Paladino, laureata in Storia dell'Arte, e le confraternite. Già il periodo natalizio ha dato i suoi frutti con l'iniziativa "Chiese aperte", ora è il momento di alzare il passo in vista della stagione primaverile ed estiva. Quello che è di tutti, inteso come patrimonio universale di bellezza e storia, non può essere appannaggio di pochi. Il dialogo tra più componenti serve a questo, ma ora è tempo di portare risultati, quelli mancati in passato. Monsignor Martella ha aperto la via, senza reticenza alcuna ha di fatto sgomberato il campo da tutti gli alibi che qualcuno si era costruito nel tempo. La volontà delle istituzioni locali c'è tutta e quindi il processo è avviato. Mai più sotto chiave per periodi lunghi, ma quasi sempre fruibili a turisti che debbano essere accompagnati e sorvegliati nel modo opportuno. Accoglienza intelligente vuol dire questo.

E Giovinazzo finalmente può uscire dalla fase dei protagonismi provinciali per affacciarsi alla stagione del bello a portata di tutti.
  • Turismo
Altri contenuti a tema
Turismo, Michele Sollecito presenta il suo progetto per il rilancio di Giovinazzo Turismo, Michele Sollecito presenta il suo progetto per il rilancio di Giovinazzo Stasera alle 18.30 in Sala San Felice
1 Turismo in Puglia: Bari batte Lecce, Vieste è la più ambita. Giovinazzo ancora indietro Turismo in Puglia: Bari batte Lecce, Vieste è la più ambita. Giovinazzo ancora indietro I nuovi dati di Pugliapromozione relativi al 2021
Galizia su oleoturismo: «Occasione di rilancio per le nostre imprese» Galizia su oleoturismo: «Occasione di rilancio per le nostre imprese» La parlamentare 5 Stelle sottolinea la bontà dell'operato del Governo
"Pedalare, correre e nuotare per viaggiare": siglato a Mattinata accordo. Giovinazzo c'è "Pedalare, correre e nuotare per viaggiare": siglato a Mattinata accordo. Giovinazzo c'è Depalma presente nella località garganica insieme ad altri 25 amministratori
‘Pedalare, correre, nuotare per viaggiare’, anche Giovinazzo nei 26 comuni del progetto ‘Pedalare, correre, nuotare per viaggiare’, anche Giovinazzo nei 26 comuni del progetto Il protocollo d'intesa sarà firmato sabato 27 novembre anche da Tommaso Depalma
Aiuti alla Puglia del turismo e della cultura: Emiliano scrive a Franceschini Aiuti alla Puglia del turismo e della cultura: Emiliano scrive a Franceschini Troppe le disdette e gli annullamenti di convegni e spettacoli per la paura del coronavirus
1 Dal restauro dell’ex Dogana Vecchia nasce Dogana Resort Dal restauro dell’ex Dogana Vecchia nasce Dogana Resort Accoglienza di prestigio per turisti italiani e stranieri sul mare di Molfetta
Americani e tedeschi ricevuti dal Sindaco in Aula Consiliare. Poi a spasso per il centro storico Americani e tedeschi ricevuti dal Sindaco in Aula Consiliare. Poi a spasso per il centro storico L'iniziativa coordinata dal portale turistico visitagiovinazzo.it
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.