Lucia Azzolina
Lucia Azzolina
Politica

Il ministro Azzolina: «Si riaprano le scuole in Puglia»

Scontro istituzionale col presidente Emiliano: «417 alunni positivi su una popolazione studentesca di 562mila alunni. Pensare di risolvere il problema chiudendo è una mera illusione»

Lo scontro fra istituzioni sul tema dell'apertura delle scuole in Puglia emerge prepotentemente nelle ultime ore, a seguito della decisione del presidente della Regione Michele Emiliano di sospendere le attività in presenza fatta eccezione per i laboratori e per le esigenze di frequenza degli studenti con bisogni educativi speciali (link all'articolo).

Il ministro dell'istruzione Lucia Azzolina, in una nota diffusa sui social nella tarda mattinata di giovedì 29 ottobre, ha fortemente e pubblicamente stigmatizzato la scelta compiuta. «La Regione Puglia ha sospeso le attività didattiche in presenza definendo "impressionante" il numero dei contagi. Eppure, secondo quanto ci ha comunicato, si tratta di 417 alunni risultati positivi su una popolazione studentesca di 562 mila» ha affermato la componente del Governo guidato dal pugliese Giuseppe Conte. «La stessa Regione ha poi ammesso che il problema in realtà non è la diffusione del virus all'interno delle scuole ma l'organizzazione del lavoro della sanità regionale» ha aggiunto.

«Pensare di risolvere il problema chiudendo le scuole è una mera illusione. Perché i ragazzi escono, anzi usciranno di più e rischieranno di contagiarsi. A scuola invece, non solo ci sono misure di sicurezza, ma anche protocolli che permettono controllo e tracciamento» ha sostenuto il ministro, tuonando: «Si riaprano al più presto le scuole, evitando conseguenze gravi, presenti e future, per gli studenti e per le famiglie».

Parole pesanti come macigni: «Sono sommersa in queste ore da messaggi di sconforto, delusione e amarezza. La comunità scolastica pugliese nei mesi scorsi ha lavorato tantissimo per preparare le scuole alla riapertura. Dimostrando spirito di sacrificio e responsabilità. La stessa che oggi è richiesta a tutti gli attori istituzionali per non togliere alle bambine e ai bambini momenti di socialità, studio, impegno e crescita. La scuola non è "un problema" come qualcuno ha scritto. La scuola è futuro e speranza» ha concluso Azzolina.
  • Michele Emiliano
  • Regione Puglia
  • Covid
  • scuole
  • Lucia Azzollina
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

1127 contenuti
Altri contenuti a tema
Omicron 5, a Giovinazzo casi raddoppiati in una settimana Omicron 5, a Giovinazzo casi raddoppiati in una settimana Aumentano i contagi. Si tratta della settima ondata da inizio pandemia
Omicron 5, più di 35mila positivi in Puglia Omicron 5, più di 35mila positivi in Puglia Registrati 3 decessi nelle ultime ore
Coronavirus, 8601 morti da inizio pandemia in Puglia Coronavirus, 8601 morti da inizio pandemia in Puglia Avanza di Omicron 5, aumentano ricoveri e contagi
Omicron 5, in Puglia 24 ricoveri in poche ore Omicron 5, in Puglia 24 ricoveri in poche ore Aumentano i positivi, situazione nuovamente critica
Coronavirus, nel Barese quasi mille contagi in poche ore Coronavirus, nel Barese quasi mille contagi in poche ore Sono 31mila gli attualmente positivi in Puglia
30mila attualmente positivi al Covid in Puglia. Ieri altri 11 morti 30mila attualmente positivi al Covid in Puglia. Ieri altri 11 morti Cala il numero dei ricoverati in regione
Omicron 5, in Puglia aumentano i ricoveri: 17 in poche ore Omicron 5, in Puglia aumentano i ricoveri: 17 in poche ore Gli attualmente positivi continuano a salire
Omicron 5 avanza: quasi 4mila positivi in Puglia nelle ultime ore Omicron 5 avanza: quasi 4mila positivi in Puglia nelle ultime ore Leggero aumento dei ricoverati. Contagi raddoppiati a Giovinazzo
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.