I Carabinieri Forestali a scuola
I Carabinieri Forestali a scuola
Scuola

I Carabinieri Forestali nelle scuole di Giovinazzo per parlare di ambiente e biodiversità

Si festeggia la Giornata nazionale dell'Albero. Oggi le piantumazioni

In occasione della Giornata nazionale dell'Albero i due Istituti Comprensivi di Giovinazzo hanno ospitato ieri, 20 novembre, gli uomini del Gruppo Carabinieri Forestale di Bari che si sono soffermati con i giovani alunni su temi importanti in chiave ambientale.

Il programma giovinazzese

Le scuole "Marconi" e "Buonarroti" hanno quindi visto studenti di scuola primaria e secondaria di primo grado confrontarsi con i militari sulla salvaguardia del patrimonio boschivo nazionale, sulla tutela ambientale e sulla tutela della biodiversità.
«Ringrazio i Carabinieri forestali intervenuti, Giuseppe e Giorgio - ha scritto l'Assessore alle Politiche Educative, Michele Sollecito - per la loro disponibilità e per aver mostrato, con materiale assolutamente esclusivo, l'importanza delle loro operazioni».
Oggi, 21 novembre, si procederà ad una simbolico ed allo stesso tempo concreta piantumazione di alberi nei due Istituti Comprensivi. Per l'I.C. "San Giovanni Bosco-Buonarroti" sarà effettuata grazie all'apporto dei volontari dell'Associazione Amici dell'Ambiente, della Flora e della Fauna guidata da Giovanni Volpicella, mentre nell'altro Comprensivo, il "don Bavaro-Marconi", opereranno uomini dell'Amministrazione comunale.

L'impegno del Comando Regionale Gruppo Carabinieri Forestale


Dallo scorso 18 novembre e fino a giovedì prossimo, tutti i Reparti dell'Arma Forestale stanno svolgendo una capillare azione di educazione ambientale in 68 plessi scolastici con la partecipazione di 8.750 studenti, allo scopo di celebrare gli alberi ed il loro indispensabile contributo alla vita nonché per promuovere la tutela dell'Ambiente, la riduzione dell'inquinamento ma anche del degrado del territorio determinato dall'aumento degli incendi boschivi che stanno accelerando i cambiamenti climatici del nostro pianeta. Si vuole così diffondere, tra l'altro, la cultura della legalità ambientale tra la popolazione scolastica e le comunità, per una più consapevole presa di coscienza sull'urgente necessità di rispettare la natura, conservare la biodiversità e tutelare le specie minacciate di estinzione; in modo da contenere e ridurre i temibili effetti dell'uso indiscriminato delle risorse, dell'alterazione degli habitat e degli ecosistemi nonché del dissesto idrogeologico e del consumo del suolo. Il programma degli eventi – in allegato – si concluderà oggi, 21 novembre 2019, con le cerimonie della messa a dimora delle essenze forestali autoctone a cura della Regione Puglia-Assessorato Agricoltura e Foreste-Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e Forestali, d'intesa con i Comuni dei capoluoghi di provincia e della Città Metropolitana di Bari, per sensibilizzare i cittadini, le imprese, le associazioni e le istituzioni, sulla cultura della sostenibilità e sui benefici dei parchi urbani e lo sviluppo del verde pubblico e privato dal punto di vista della salute e del clima. A Bari, presso l'Istituto Comprensivo "Clementina Perone – Carlo Levi", in via Nazariantz n. 3/5, nel Quartiere Libertà, a partire dalle ore 12,30 si svolgerà la cerimonia conclusiva della "Giornata Nazionale degli Alberi" (istituita con L. n.10/2013) con il coinvolgimento degli alunni e degli insegnati, della cittadinanza e delle massime Autorità Politiche Civili e Militari regionali e la partecipazione di S.E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo della Diocesi di Bari-Bitonto, che procederà alla benedizione della messa a dimora delle piante forestali all'interno del parco scolastico.
  • Giornata Nazionale dell'Albero
  • Gruppo Carabinieri Forestale di Bari
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.