Conte-Azzolina
Conte-Azzolina
Scuola

Fissata la data d'inizio del nuovo anno scolastico

Il Premier Conte e il Ministro Azzolina hanno presentato anche le linee guida per insegnanti e studenti

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, il Ministro all'Istruzione e agli affari regionali Lucia Azzolina e Francesco Boccia hanno presentato la data di inizio del nuovo anno scolastico 2020-2021 e le linee guida che studenti e insegnanti dovranno rispettare. Si ripartirà in tutta Italia lunedì 14 settembre. Ecco tutte le novità dal provvedimento approvato dalla conferenza Stato-Regioni.

Cambia la visione del distanziamento da banco a banco a un metro dalle bocche dei ragazzi. In questo modo gli spazi verranno ridotto e molte classi potrebbero non essere più smembrate. Sul capitolo mascherine tutto rinviato ad almeno due settimane prima dell'inizio dell'anno scolastico. Le indicazioni in merito all'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale per gli alunni e gli insegnanti all'interno dell'aula e negli spostamenti e nella permanenza nei locali comuni saranno aggiornate in considerazione del mutato quadro epidemiologico.

Nel piano presentato venerdì 26 giugno non c'è più l'ipotesi del sabato a scuola ma di una «diversa modulazione settimanale del tempo scuola su delibera degli organi collegiali competenti». Specificato per le scuole secondarie come dovrà essere la didattica mista: «Una fruizione opportunamente pianificata di attività in presenza e, in via complementare, didattica digitale integrata, ove le condizioni di contesto la rendano opzione preferibile ovvero le opportunità tecnologiche, l'età e la competenza degli studenti lo consentano». Resta dunque la questione delle turnazioni per i ragazzi.

Il piano ufficiale propone specifici accordi con gli Enti locali e le realtà del terzo settore al fine di favorire la messa a disposizione di altre strutture o spazi come parchi, teatri, biblioteche, archivi. Per quanto riguarda la disabilità si parla di accomodamenti ragionevoli per alcune tipologie, sempre nel rispetto delle specifiche indicazioni del documento tecnico del Comitato Tecnico-Scientifico. Il documento preannuncia anche la possibilità di «valutare ogni possibile intervento su specifiche intenzioni , prevedendo, ove necessario, anche ai fini del rispetto delle misure sanitarie contenute nei documenti del Cts, e degli strumenti indispensabili per garantire la riapertura delle scuole, ulteriori incrementi di organico, aggiuntivi, di personale scolastico per le istituzioni scolastiche statali».

Sulla scuola dell'infanzia: «Si dovrà prevedere la valorizzazione e l'impiego di tutti gli spazi esterni e interni, privilegiando i primi». In questo caso il ministero dedica attenzione anche all'aspetto pedagogico: «L'organizzazione dei diversi momenti della giornata dovrà essere serena e rispettosa delle modalità tipiche dello sviluppo infantile, per cui i bambini dovranno essere messi nelle condizioni di esprimersi con naturalezza e senza costrizioni».

L'uso di mascherine per loro non è previsto e i dispositivi per gli adulti non devono far venir meno la possibilità di essere riconosciuti.
  • Scuola
  • Giuseppe Conte
  • Francesco Boccia
  • Lucia Azzolina
Altri contenuti a tema
Scuola, Depalma ha deciso: gli istituti comprensivi apriranno il 28 settembre Scuola, Depalma ha deciso: gli istituti comprensivi apriranno il 28 settembre Ieri la firma dell'ordinanza. Al Liceo in classe invece il 24 settembre
Apertura scuole, una nota di Peppino Longo Apertura scuole, una nota di Peppino Longo «La riapertura, doverosa, delle scuole è una faccenda troppo delicata per essere strumentalizzata politicamente»
Scuola, Conte non si nasconde: «Ci saranno difficoltà e contagi» Scuola, Conte non si nasconde: «Ci saranno difficoltà e contagi» Questo pomeriggio la conferenza stampa di aggiornamento da Palazzo Chigi
Scuola, alle 15.00 la conferenza stampa del Premier Giuseppe Conte Scuola, alle 15.00 la conferenza stampa del Premier Giuseppe Conte L'annuncio ieri dai profili istituzionale social. Tanti i temi su cui fare chiarezza
Iniziati i lavori di adeguamento alle norme anti-Covid nelle scuole di Giovinazzo Iniziati i lavori di adeguamento alle norme anti-Covid nelle scuole di Giovinazzo Depalma: «Priorità nelle nostre scelte e sempre lo sarà»
Il premier Conte su preferenza di genere: «Nessun rinvio delle elezioni in Puglia» Il premier Conte su preferenza di genere: «Nessun rinvio delle elezioni in Puglia» Lo ha detto al margine della tappa cerignolana del Legalitour
Doppia preferenza di genere, Puglia commissariata per introdurre la norma Doppia preferenza di genere, Puglia commissariata per introdurre la norma Ieri l'intervento del Consiglio dei Ministri. Ci penserà il Prefetto di Bari
Adeguamento scuole a norme Covid: a Giovinazzo 90.000 euro Adeguamento scuole a norme Covid: a Giovinazzo 90.000 euro Galizia: «Grazie a Governo Conte, diverranno luoghi sicuri per uomini e donne del futuro»
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.