La sede di PrimaVera Alternativa
La sede di PrimaVera Alternativa
Politica

Concessioni demaniali a Ponente, PVA prende posizione e racconta la sua verità

Una nota per chiarire ai giovinazzesi come il movimento civico abbia fatto tutto il possibile per evitare quello che sta accadendo, senza mai voler nuocere a qualche imprenditore

Sta facendo tanto discutere l'allestimento della spiaggia sul litorale di Ponente, in zona Rotonda, da parte di privati. Piattaforme sono state montate, dopo l'assegnazione.
Una soluzione che non piace affatto a tanti cittadini, men che meno è mai piaciuta a PrimaVera Alternativa, il principale movimento di opposizione. Dal gruppo guidato da Carmela Zaza spiegano la loro posizione senza filtri, ricostruendo quanto accaduto negli ultimi anni, sin dal periodo pre-Covid.
Una posizione schietta, che non è affatto - è questa la precisazione - contro l'imprenditoria locale, ma contro un modo di procedere da parte delle ultime due amministrazioni.
Di seguito il testo completo.



«Siete davvero in tanti in questi giorni a contestare l'allestimento - da parte di privati - della spiaggia con servizi in Località Rotonda, chiedendoci di intervenire. Riteniamo dunque doveroso, a questo punto, fare qualche chiarimento, iniziando "dalla fine". Abbiamo sempre ritenuto e continuiamo a ritenere che, a fronte di canoni demaniali irrisori (qualche migliaio di euro all'anno per migliaia di metri quadri), non si possano concedere ai privati le spiagge più belle e frequentate della nostra città. Siamo sempre stati convinti che la concessione di spiagge ai privati possa e debba riguardare solo tratti costieri da riqualificare e valorizzare; non certo quelli messi a bando dall'amministrazione, tutti collocati in pieno centro e frequentati da sempre dai giovinazzesi!

Per difendere queste nostre convinzioni, TUTTO, ma proprio tutto ciò che potevamo fare noi lo abbiamo già fatto!! Anzi, siamo andati pure oltre e ancora oggi ne paghiamo le conseguenze, non foss'altro per tutto il "fango" calunnioso che ci è stato e ci viene lanciato addosso su questo tema. Sin dalla pubblicazione in albo pretorio (gennaio 2020) della delibera con cui la Giunta destinava quell'area demaniale (insieme ad altre) a spiaggia da affidare ai privati, infatti, abbiamo contestato in ogni modo questa scelta, ritenendola illegittima oltre che politicamente sbagliata. Ci siamo opposti formalmente ai bandi che ne sono seguiti (tutti svolti durante il periodo del lockdown per COVID19!), inoltrando esposti circostanziati alla Regione Puglia, ente sovraordinato in materia demaniale, e agli Organi inquirenti della Magistratura.

La Regione Puglia, pur riconoscendo la violazione del divieto di procedere a nuove concessioni, ha però dichiarato di non avere alcun potere di controllo e/o repressivo.

La Procura della Repubblica, nonostante una comunicazione da parte della Sezione Navale della Guardia di Finanza che pure segnalava varie ipotesi di reato, ha deciso invece di archiviare l'indagine; contro tale archiviazione ci siamo opposti e siamo in attesa della decisione del Giudice per le Indagini Preliminari. Abbiamo fatto tutto questo mettendoci, come sempre, la faccia ed il cuore, animati dalla volontà di difendere tutti i Giovinazzesi, di garantire e preservare la fruizione del bene comune "mare". Abbiamo fatto tutto questo, come sempre, anche a costo di andare contro i "poteri forti" (politici ed economici) della città. Abbiamo combattuto questa battaglia politica completamente soli, a mani nude, andando contro ogni ragione di "convenienza elettorale".

MA, c'è un ma che desideriamo ribadire con forza: MAI il nostro intento è stato quello di ostacolare l'imprenditoria locale, MAI quello di ostacolare singole persone o singoli operatori economici. Quando abbiamo inoltrato i nostri esposti, infatti, non sapevamo neanche ancora chi avrebbe partecipato a quei bandi !! Ed è questa anche la precisa ragione per cui ora che quei bandi hanno prodotto degli aggiudicatari e, presumibilmente, delle concessioni demaniali (ad oggi, non ancora pubblicate in albo pretorio!) la nostra azione politica non può e non vuole andare oltre: perché l'ultimo dei nostri scopi era ed è l'accanimento contro gli imprenditori.

Del resto, e lo diciamo a malincuore, non possiamo fare a meno di constatare che quello che si realizza davanti ai nostri occhi è il frutto della volontà politica espressa legittimamente dai Giovinazzesi nell'urna elettorale! Proprio della concessione delle spiagge ai privati, infatti, questa amministrazione ha fatto un fiore all'occhiello ed un proprio vanto durante la scorsa campagna elettorale. Quelle pedane che copriranno la nostra splendida scogliera non sono altro che la plastica rappresentazione della città che Sollecito & Co. hanno in mente. La città ha scelto loro e la realtà con cui la città ora deve fare i conti è che a governare e gestire i beni comuni, come il nostro mare, ci sono (e continueranno ad esserci) ancora loro. Purtroppo, aggiungiamo noi!».

PrimaVera Alternativa
  • PrimaVera Alternativa
Altri contenuti a tema
Accesso al mare a Levante, PVA incalza ancora il sindaco Sollecito Accesso al mare a Levante, PVA incalza ancora il sindaco Sollecito Dall'opposizione cercano risposte che al momento non sono arrivate da Palazzo di Città
Concessione a Levante "ingrandita". PVA attacca nuovamente il sindaco Concessione a Levante "ingrandita". PVA attacca nuovamente il sindaco Una nota breve per continuare a tenere accesi i riflettori sulla questione
Concessioni a Levante, nuovi pressanti interrogativi di PrimaVera Alternativa Concessioni a Levante, nuovi pressanti interrogativi di PrimaVera Alternativa Sotto i riflettori l'occupazione di un'area dove di giorno vi dovrebbe essere libero passaggio
Rampa disabili alla Trincea: PVA rivendica i propri meriti Rampa disabili alla Trincea: PVA rivendica i propri meriti Una nota per rimarcare il lungo lavoro di spina nel fianco degli amministratori
Sequestro droga a Giovinazzo, PVA: «Una pessima notizia» Sequestro droga a Giovinazzo, PVA: «Una pessima notizia» La nota del partito di opposizione riaccende i riflettori su un problema ben più ampio
Alberi, PrimaVera Alternativa: «Per l'assessore Depalo plastica è bello» Alberi, PrimaVera Alternativa: «Per l'assessore Depalo plastica è bello» Nuova nota del partito di opposizione che controreplica alle parole dell'amministratore
L'allarme di PVA: «A Giovinazzo gli alberi si piantano direttamente nei vasi di plastica» L'allarme di PVA: «A Giovinazzo gli alberi si piantano direttamente nei vasi di plastica» Nuovo attacco del movimento di opposizione all'operato dell'amministrazione comunale
1 Velostazione, altra gara deserta. PVA: «Ennesimo sperpero di danaro pubblico» Velostazione, altra gara deserta. PVA: «Ennesimo sperpero di danaro pubblico» Dal gruppo di opposizione ancora un attacco alle scelte delle passate e presenti amministrazioni comunali
© 2001-2024 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.