Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Cronaca

Arresti nell'Arma, il processo inizia con un rinvio

Slitta al 18 maggio l'udienza preliminare per consentire alle difese di avanzare richieste di riti alternativi

È stata rinviata al prossimo 18 maggio l'udienza preliminare a carico di Antonio Salerno, Domenico Laforgia, Gerardo Giotti e Mario Del Vecchio. I quattro (i primi tre confinati ai domiciliari, il quarto rinchiuso in carcere) sono stati arrestati il 18 giugno 2020 nell'ambito di un'inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

Il 30 aprile scorso il giudice dell'udienza preliminare del Tribunale di Bari, Antonella Cafagna, avrebbe dovuto decidere in merito al rinvio a giudizio degli indagati, accusati, a vario titolo, di concorso esterno in associazione mafiosa, corruzione in atti giudiziari e rivelazione del segreto d'ufficio, ma per consentire alle difese di avanzare eventuali richieste di riti alternativi, subordinate all'acquisizione di atti d'indagine difensivi, prima dell'inizio del dibattimento, l'udienza è stata rinviata.

Stando a quanto emerso dalle indagini dei Carabinieri del Nucleo Investigativo, sotto il coordinamento del sostituto procuratore Federico Perrone Capano, i due militari avrebbero agevolato esponenti del clan Di Cosola, rivelando informazioni relative ad operazioni di polizia giudiziaria, raccontando i dettagli delle indagini in corso, indicando i turni di servizio dei colleghi della Stazione e gli orari in cui sarebbero avvenuti i controlli nei confronti degli affiliati sottoposti ai domiciliari.

In tre occasioni, infine, secondo le indagini i due militari, il primo difeso dagli avvocati Angelo Dibello e Mario Malcangi, il secondo da Massimo Roberto Chiusolo e Tiziano Tedeschi, avrebbero consegnato documenti informatici e cartacei contenenti registrazioni e verbali di dichiarazioni rese da collaboratori di giustizia.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Tiziano Tedeschi
  • Gerardo Giotti
  • Mario Del Vecchio
  • Massimo Roberto Chiusolo
  • Domenico Laforgia
  • Antonio Salerno
  • Mario Malcangi
  • Angelo Dibello
Altri contenuti a tema
Scoperto un pozzo abusivo: reflui nella falda. Scatta il sequestro Scoperto un pozzo abusivo: reflui nella falda. Scatta il sequestro Intervento dei Carabinieri Forestali in un autolavaggio: per il titolare è scattata la denuncia
Bitonto-Giovinazzo-Terlizzi, il triangolo delle auto rubate Bitonto-Giovinazzo-Terlizzi, il triangolo delle auto rubate I nascondigli fra Mariotto e Palombaio e in località San Martino. Per gli inquirenti è una vera e propria piaga
Era ai domiciliari, ma è evaso. Misura aggravata: 49enne in carcere Era ai domiciliari, ma è evaso. Misura aggravata: 49enne in carcere L'uomo, nei giorni scorsi, è evaso per chiedere il Reddito di Cittadinanza. Ora è nel carcere di Bari
Minori scomparse da 3 giorni, sparite da una comunità di Giovinazzo Minori scomparse da 3 giorni, sparite da una comunità di Giovinazzo Le sorelle Melania e Simona Sigrisi dal 9 aprile non hanno fatto più ritorno nella struttura Legàmi e Talenti
Evade dai domiciliari: 49enne arrestato e riportato a casa Evade dai domiciliari: 49enne arrestato e riportato a casa I Carabinieri lo hanno fermato ai piedi del Municipio. Oggi il rito direttissimo: ha patteggiato 8 mesi
Cittadino chiama il 112, furto d'auto sventato in via Bitonto Cittadino chiama il 112, furto d'auto sventato in via Bitonto I Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti e hanno messo in fuga i ladri. Recuperata una Ford Puma
Fermati in auto con 38 dosi di cocaina. Arrestati dai Carabinieri Fermati in auto con 38 dosi di cocaina. Arrestati dai Carabinieri Un 36enne e un 34enne sono finiti ai domiciliari. Sequestrati 13 grammi di droga e un bilancino di precisione
Nuovi orari per la Stazione dei Carabinieri Nuovi orari per la Stazione dei Carabinieri Apertura al pubblico dalle ore 08.00 alle ore 20.00
© 2001-2021 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.