I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Ubriaco dà in escandescenza e si scaglia contro i Carabinieri: arrestato

Un 26enne magrebino bloccato a fatica dai militari. Il giovane, il giorno prima, aveva creato scompiglio a Turi

Le urla, la lite - a farne le spese un militare -, poi le sirene dei Carabinieri. All'origine di tutto, un 26enne magrebino residente a Terlizzi, con alcuni precedenti, che stava dando in escandescenza, visibilmente ubriaco, a Giovinazzo, in via Messere. La storia, di per sé, non è delle più gravi, ma in qualche modo ha fatto rumore.

La scintilla, intorno alle ore 02.00 del 22 giugno, è scoccata a causa del giovane, che, a quanto pare, dopo aver alzato il gomito ed in evidente stato confusionale, avrebbe iniziato a importunare i passanti. Una situazione che rischiava di degenerare, tanto che alla fine, dopo una segnalazione al 112 per indicare la fastidiosa situazione, sono arrivate le gazzelle della locale Stazione e della Tenenza di Terlizzi. C'è stata evidente difficoltà nel bloccare il nordafricano, sempre più agitato.

Il giovane, palesemente inebrio, dopo aver minacciato di gettarsi in mare, ha anche opposto resistenza ai militari intervenuti sul posto, procurando ad uno di loro lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. E quando finalmente sono riusciti a bloccarlo, l'hanno portato negli uffici di via Matteotti per identificarlo, perché sprovvisto di documenti. Qui, poi, ha continuato a creare problemi, compiendo atti di autolesionismo, bloccati dai militari, che hanno fatto intervenire i soccorritori del 118.

Il 26enne, denunciato il giorno prima dai Carabinieri della Stazione di Turi perché, in preda ai fumi dell'alcol, aveva preso di mira il citofono di una palazzina di via Dante, è stato alla fine arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e, sentito il pubblico ministero di turno, accompagnato presso la casa circondariale di Bari.

Denunciato a Turi solo 24 ore prima

Il 26enne è stato denunciato, appena 24 ore prima, dai Carabinieri della Stazione di Turi perché, in preda ai fumi dell'alcol, alle ore 07.00 del mattino, aveva preso di mira il citofono di una palazzina in via Dante. Citofonate in serie, senza soluzione di continuità, che hanno indotto i residenti a segnalare la circostanza al 112.

I militari, giunti sul posto, hanno accertato che il ragazzo era lo stesso individuo che la sera prima, in stato di alterazione dovuta all'abuso di alcol, nell'area di servizio di largo Pozzi, si era avvicinato ad un'auto che stava facendo rifornimento, per poi, rincorrere il veicolo e rompere il lunotto posteriore con due pugni.

  • Carabinieri Giovinazzo
  • Arresti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Confinato ai domiciliari, ma non ha una casa: finisce in carcere Confinato ai domiciliari, ma non ha una casa: finisce in carcere L'uomo, un 49enne del posto, è stato arrestato dai Carabinieri dopo una lite con la compagna
19enne vagava in stato confusionale sui binari: salvato dai Carabinieri 19enne vagava in stato confusionale sui binari: salvato dai Carabinieri L'episodio ieri pomeriggio: il giovane, tratto in salvo, è stato preso in cura dai sanitari del 118
Ubriachi e a torso nudo per le vie del centro: dopo l'arresto tornano liberi Ubriachi e a torso nudo per le vie del centro: dopo l'arresto tornano liberi Dopo la convalida dell’arresto, solo il 32enne è stato sottoposto all'obbligo di firma e di dimora
Ubriachi per le strade del centro. Fermati dai Carabinieri e arrestati Ubriachi per le strade del centro. Fermati dai Carabinieri e arrestati È successo questa mattina in via Marconi: in manette un 40enne e un 32enne entrambi di Bitonto
Chiede il pizzo, ma all'appuntamento trova i Carabinieri. Arrestato Chiede il pizzo, ma all'appuntamento trova i Carabinieri. Arrestato La richiesta di 500 euro e l'incontro in un'area di servizio a Giovinazzo: l'uomo, un 35enne, è finito in carcere
Furto d’auto sventato lungo la strada provinciale 107 Furto d’auto sventato lungo la strada provinciale 107 Un'Audi A3 stava spingendo una Opel Astra. Intercettati dai Carabinieri, i ladri si sono dati alla fuga
Ladri in appartamento a Giovinazzo. La fuga è da film Ladri in appartamento a Giovinazzo. La fuga è da film Due quelli entrati in azione: uno, dopo una colluttazione, è fuggito abbandonando la refurtiva
Tentano di rubare un gommone dal porto. Fermati dai Carabinieri Tentano di rubare un gommone dal porto. Fermati dai Carabinieri Un 45enne e un 36enne sono stati sorpresi mentre cercavano di tirare fuori dall'acqua il natante. Sono stati denunciati
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.