Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Cronaca

Traffico di droga dall'Albania alla Puglia: 16 condanne

Gli inquirenti hanno documentato che la Puglia costituiva la base per smerciare droga in Italia

Il giudice dell'udienza preliminare del Tribunale di Bari, Marco Galesi, ha condannato 16 imputati a pene comprese tra i 13 anni e i 16 mesi di reclusione alla fine del processo con rito abbreviato su un presunto narcotraffico transnazionale tra l'Albania e la Puglia.

I fatti contestati nell'inchiesta "Kulmi" della Direzione Investigativa Antimafia italiana e della Polizia albanese, con il contributo di Interpol, Criminalpol ed Eurojust e il coordinamento congiunto di magistrati antimafia di Bari e Tirana, risalgono agli anni 2017-2018. Gli inquirenti hanno documentato che la Puglia costituiva la principale base logistica delle organizzazioni criminali albanesi per smerciare sostanze stupefacenti in tutto il territorio italiano.

Nei due anni di indagini sono state sequestrate oltre 3,5 tonnellate di droga del valore di 40 milioni di euro per un totale di circa 7 milioni di dosi, che venivano trasportate dalle coste albanesi a quelle adriatiche a bordo di gommoni oceanici e, via terra, su camper turistici. Dei 16 condannati, 4 sono pregiudicati italiani e 12 sono narcotrafficanti albanesi, per i quali il giudice ha anche ordinato l'immediata espulsione a pena espiata.

L'indagine un anno fa ha portato a 37 arresti eseguiti nei due Paesi ed al sequestro di beni del valore di 4 milioni di euro, tra i quali una fabbrica di caffè a Valona. L'inchiesta aveva accertato anche la complicità di un carabiniere, Giuliano Pasquale, già condannato con il rito ordinario a 4 anni e 6 mesi di reclusione, accusato di aver aiutato i narcotrafficanti a fabbricare documenti falsi, informandoli anche delle indagini in corso a loro carico.

Altri 21 imputati sono tuttora a processo.
  • Arresti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Confinato ai domiciliari, ma non ha una casa: finisce in carcere Confinato ai domiciliari, ma non ha una casa: finisce in carcere L'uomo, un 49enne del posto, è stato arrestato dai Carabinieri dopo una lite con la compagna
Ubriachi e a torso nudo per le vie del centro: dopo l'arresto tornano liberi Ubriachi e a torso nudo per le vie del centro: dopo l'arresto tornano liberi Dopo la convalida dell’arresto, solo il 32enne è stato sottoposto all'obbligo di firma e di dimora
Ubriachi per le strade del centro. Fermati dai Carabinieri e arrestati Ubriachi per le strade del centro. Fermati dai Carabinieri e arrestati È successo questa mattina in via Marconi: in manette un 40enne e un 32enne entrambi di Bitonto
Chiede il pizzo, ma all'appuntamento trova i Carabinieri. Arrestato Chiede il pizzo, ma all'appuntamento trova i Carabinieri. Arrestato La richiesta di 500 euro e l'incontro in un'area di servizio a Giovinazzo: l'uomo, un 35enne, è finito in carcere
Una settimana di controlli serrati dell'Arma: arresti e denunce Una settimana di controlli serrati dell'Arma: arresti e denunce È il bilancio dei militari della locale Stazione. Fra le persone nei guai, un 21enne di Bitonto evaso dai domiciliari
A spasso per la città con cocaina e hashish: arrestato un 53enne A spasso per la città con cocaina e hashish: arrestato un 53enne L'uomo, già noto, è stato fermato dai Carabinieri: processato per direttissima, obbligo di dimora a Giovinazzo
Evasione e maltrattamenti in famiglia: due arresti dei Carabinieri Evasione e maltrattamenti in famiglia: due arresti dei Carabinieri Intensa attività dei militari: in manette un 33enne e un 43enne. Entrambi sono stati confinati ai domiciliari
Fermato sulla Giovinazzo-Bitonto: in auto aveva 23 cipolline di coca Fermato sulla Giovinazzo-Bitonto: in auto aveva 23 cipolline di coca L'uomo, un 50enne, è stato arrestato dalla Polizia: con sè aveva 10,70 grammi di droga. Incensurato, è finito ai domiciliari
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.