I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Si fa ricaricare la prepagata. Ma poi scappa con i soldi

Due gli episodi accertati, a Giovinazzo e Molfetta. I Carabinieri al lavoro sui video delle telecamere

Modi gentili ed interpretazione da oscar, gli atteggiamenti messi in scena da un uomo ed una donna che stanno raggirando le attività commerciali di Giovinazzo e Molfetta. La tecnica utilizzata è semplice, ma efficace.

Due gli episodi denunciati negli ultimi giorni, avvenuti a Molfetta e in un'attività di assistenza tecnica on-site che sorge in via Bitonto, a Giovinazzo. In quest'ultimo esercizio commerciale un uomo si è presentato come un normale cliente che ha chiesto di aver bisogno di ricaricare una carta prepagata. Apparecchiatura in pugno, il titolare ha sbrigato la pratica ricaricando i soldi (200 euro) come richiesto dal finto cliente.

In realtà il suo piano era subdolo e nel giro di pochi istanti si è concretizzato. Dopo aver atteso la conferma dell'operazione, utilizzando una scusa semplice, è tornato all'esterno a prendere i contanti, dimenticati per sbaglio all'interno della propria auto. ​Ormai i soldi erano stati ricaricati sulla carta: le sue tracce, infatti, si sono perse qui visto che l'uomo se l'è data a gambe levate abbandonando in fretta e furia la zona.

È sgattaiolato in un istante, cogliendo tutti di sorpresa. Approfittando della gentilezza del commerciante, ha rubato i soldi, danneggiando chi lavora una giornata intera con fatica e impegno. Quanto accaduto a Giovinazzo deve servire da monito anche per le altre attività. D'altronde questo non è l'unico caso segnalato: nei giorni precedenti la medesima tecnica è stata utilizzata in una tabaccheria di Molfetta, alcuni mesi fa in una caffetteria di Trani.

Per il momento non ci sono grandi elementi rispetto all'identikit dei due fuggitivi, anche se su questo aspetto stanno lavorando all'unisono i Carabinieri della Stazione di Giovinazzo e quelli della Compagnia di Molfetta, che si stanno occupando della vicenda. Chiunque dovesse avere informazioni utili può rivolgersi alle forze dell'ordine attraverso il numero 080.394.20.10.

Per il buon esito delle indagini potrebbero risultare rilevanti anche le immagini registrate dalle telecamere delle attività commerciali e quelle presenti in zona. Il consiglio, in ogni modo, è di prestare la massima attenzione per evitare che questi truffatori possano colpire di nuovo con successo.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Truffe Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Il rogo alle ore 03.00, sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri: la Fiat Punto era stata rubata quattro giorni fa
Siringa usata e sangue nel parco giochi, scatta l'allarme in Villa Siringa usata e sangue nel parco giochi, scatta l'allarme in Villa La scoperta di alcuni genitori: in corso le verifiche della Polizia Locale, ma bisogna trovare soluzioni concrete
È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne L'uomo era tenuto d'occhio dai Carabinieri: sequestrati 100 grammi di hashish e un bilancino di precisione
Energia elettrica a sbafo per 10 anni: 51enne torna in libertà Energia elettrica a sbafo per 10 anni: 51enne torna in libertà L'uomo era ai domiciliari. Il suo difensore, l'avvocato Mongelli, ha ottenuto la rimessione in libertà del suo assistito
Si fingevano sordomute e chiedevano offerte ai passanti, denunciate Si fingevano sordomute e chiedevano offerte ai passanti, denunciate L'episodio sabato sera. Le due ragazze, entrambe 20enni, sono state smascherate dai Carabinieri
Scippa una donna. Bloccato a Terlizzi da un carabiniere libero dal servizio Scippa una donna. Bloccato a Terlizzi da un carabiniere libero dal servizio Il protagonista è un vice brigadiere in servizio a Giovinazzo. Lo scippatore, un 16enne, è stato arrestato
Rubava energia elettrica da 10 anni: arrestato un 51enne Rubava energia elettrica da 10 anni: arrestato un 51enne L'uomo è finito ai domiciliari. Il danno subito dall'Enel è stato quantificato in circa 5.000 euro
Contromano sulla 16 bis da Giovinazzo a Bari: fermata una 30enne Contromano sulla 16 bis da Giovinazzo a Bari: fermata una 30enne La ragazza è stata bloccata dai Carabinieri, ma ha rifiutato di sottoporsi all'alcoltest: denunciata. In auto bottiglie di vino e birra
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.