I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Revocati i domiciliari col braccialetto: torna in carcere un 25enne

L’Autorità Giudiziaria ha disposto l'aggravamento della misura cautelare: l'uomo è stato così arrestato dai Carabinieri

Non ha più la disponibilità dell'immobile e dunque non può più scontare la pena ai domiciliari. Così l'Autorità Giudiziaria, trovandosi di fronte ad una situazione perlomeno singolare, gli aggrava la misura cautelare riportandolo in carcere dagli arresti domiciliari, dove era detenuto per i reati di furto e ricettazione.

Il protagonista è un 25enne di nazionalità rumena: l'uomo, ammesso alla misura della detenzione domiciliare col braccialetto elettronico (una forma di controllo da remoto, nda) in un appartamento di via Jacobellis, concesso da una sua connazionale per espiare la pena, s'è visto revocare la disponibilità dell'abitazione. A segnalare il problema sono stati i Carabinieri, nel corso dell'incessante attività di controllo delle persone sottoposte all'isolamento domiciliare.

I militari, inoltre, hanno anche accertato da parte dell'uomo il mancato rispetto delle misure di gestione e contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. ​Il provvedimento scaturisce proprio dalla proposta, avanzata dagli uomini della locale Stazione, di un aggravamento della misura cautelare a cui lo stesso era sottoposto: l'Autorità Giudiziaria ha disposto la revoca degli arresti domiciliari e così per il 25enne si sono aperte le porte del penitenziario di Bari.

Ma non è l'unica attività degli uomini del maresciallo capo Ruggiero Filannino: lunedì, col supporto dei Carabinieri Forestali di Bari e della Polizia Locale, i militari hanno setacciato un autoparco alla periferia nord. Nel mirino, oltre ai consueti controlli di polizia giudiziaria, eventuali violazioni in materia ambientale.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Arresti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
1 Rissa fra cinesi in via Bari, interviene la Polizia Locale Rissa fra cinesi in via Bari, interviene la Polizia Locale La lite, avvenuta alle ore 11.00, è stata immediatamente sedata. Sul posto anche i Carabinieri
Maltrattamenti alla madre per avere soldi, 46enne finisce in carcere Maltrattamenti alla madre per avere soldi, 46enne finisce in carcere I Carabinieri sono intervenuti in un'abitazione infilando le manette ai polsi del figlio della donna che li aveva contattati
In fuga, il suo rifugio una villa in campagna: in manette un 33enne In fuga, il suo rifugio una villa in campagna: in manette un 33enne L'uomo è stato scovato dai Carabinieri: deve espiare 14 mesi per fatti del 2014 e del 2015
Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Il rogo alle ore 03.00, sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri: la Fiat Punto era stata rubata quattro giorni fa
Siringa usata e sangue nel parco giochi, scatta l'allarme in Villa Siringa usata e sangue nel parco giochi, scatta l'allarme in Villa La scoperta di alcuni genitori: in corso le verifiche della Polizia Locale, ma bisogna trovare soluzioni concrete
È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne L'uomo era tenuto d'occhio dai Carabinieri: sequestrati 100 grammi di hashish e un bilancino di precisione
Energia elettrica a sbafo per 10 anni: 51enne torna in libertà Energia elettrica a sbafo per 10 anni: 51enne torna in libertà L'uomo era ai domiciliari. Il suo difensore, l'avvocato Mongelli, ha ottenuto la rimessione in libertà del suo assistito
Operazione "Kulmi", arrestati due latitanti: fermati in Inghilterra e in Germania Operazione "Kulmi", arrestati due latitanti: fermati in Inghilterra e in Germania I due, un 37enne e un 43enne, erano sfuggiti all'arresto lo scorso giugno. Nell'inchiesta coinvolto anche un giovinazzese
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.