La tartaruga rinvenuta in località Cappella
La tartaruga rinvenuta in località Cappella
Cronaca

Il mare restituisce un'altra tartaruga senza testa

L'esemplare, della specie caretta caretta, è stato trovato in località Cappella

La notizia risale alla mattinata di ieri: un esemplare di tartaruga marina è stata ritrovata senza testa sul lungomare Esercito Italiano, lungo la battigia in località Cappella. A denunciare l'episodio - il secondo in poco meno di due mesi - è stato il centro di recupero tartarughe marine di Molfetta, per bocca di Pasquale Salvemini.

La carcassa, della specie caretta caretta, la tartaruga marina più comune del Mediterraneo, priva di vita, con una lunghezza del carapace di circa 75 centimetri, in avanzato stato di decomposizione e priva della testa - forse divenuta preda dei gabbiani - è stata recuperata dai militari dell'Ufficio Locale Marittimo, della Polizia Locale e dai veterinari dell'Azienda Sanitaria Locale di Bari, giunti con i volontari del WWF, i quali hanno proceduto a prelevare vari campioni per le analisi genetiche.

«Sarà difficile individuare le cause della morte in considerazione delle condizioni della carcassa», ha detto Salvemini. Tuttavia, la tartaruga potrebbe essere morta annegata, a causa di un'embolia (questi animali, infatti, finiscono spesso nelle reti da pesca, nda) oppure potrebbe essere stato fatale un impatto con un natante. I rischi principali sono costituiti dalla pesca con le reti o gli ami, dalle attività umane sulle spiagge invase dal cemento sino alla plastica, un nemico che soffoca.

In Puglia ci sono cinque centri di recupero dedicati alle tartarughe marine, tra cui quello di Molfetta, e tutti ospitano diversi esemplari feriti, ma sono una goccia in un oceano rispetto a quelle che muoiono ogni anno. Ecco perché la sinergia con i pescatori, richiesta a gran voce dai vertici del WWF, diventa determinante.
  • Tartarughe Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Una tartaruga marina spiaggiata nel porto di Giovinazzo Una tartaruga marina spiaggiata nel porto di Giovinazzo L'esemplare, una caretta caretta, era morto da un mese: era in avanzato stato di decomposizione
Due tartarughe marine trovate senza vita sulle spiagge di Giovinazzo Due tartarughe marine trovate senza vita sulle spiagge di Giovinazzo Gli esemplari ritrovati sulla costa dopo le ultime mareggiate: entrambi sono della specie caretta caretta
Violente mareggiate: due tartarughe spiaggiate a Giovinazzo Violente mareggiate: due tartarughe spiaggiate a Giovinazzo Sono state trovate nei pressi del residence Riva del Sole: in buono stato di conservazione, forse morte da pochi giorni
Ritrovate due tartarughe marine a pochi metri di distanza l'una dall'altra Ritrovate due tartarughe marine a pochi metri di distanza l'una dall'altra Gli esemplari sono stati recuperati sulla costa dopo le ultime mareggiate: entrambi sono della specie caretta caretta
Grossa tartaruga caretta caretta spiaggiata a Giovinazzo Grossa tartaruga caretta caretta spiaggiata a Giovinazzo Trovata sul lungomare Marina Italiana. Sul posto, con i volontari del WWF, anche la Guardia Costiera
Tartaruga spiaggiata nel porto di Giovinazzo Tartaruga spiaggiata nel porto di Giovinazzo L'esemplare, una caretta caretta, è stato segnalato all'Ufficio Locale Marittimo: era in avanzato stato di decomposizione
Piccola tartaruga recuperata a Giovinazzo, salvata da un pescatore Piccola tartaruga recuperata a Giovinazzo, salvata da un pescatore L'uomo l'ha recuperata e segnalato il fatto al WWF: pesa poco più di un chilogrammo
Tartaruga ritrovata senza testa: era una caretta caretta Tartaruga ritrovata senza testa: era una caretta caretta L'esemplare, in avanzato stato di decomposizione, è stato trovato in località Le Macchie
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.