Romanazzi's Apulia Restaurant
Romanazzi's Apulia Restaurant
Promozione

Espresso 2016: «Romanazzi's tra le eccellenze di Puglia»

Il ristorante dello chef Giuseppe Romanazzi segnalato nella guida de "I Ristoranti d'Italia"

Non solo arte e mare, cultura, eventi e storia, ma anche buon cibo, anzi ottimo cibo. È questa l'immagine che la guida gastronomica del settimanale L'Espresso, "I Ristoranti d'Italia", edizione 2016, conferisce alla Puglia.

Quest'anno nella prestigiosa classifica redatta dalla più attesa delle guide da parte degli addetti al settore compaiono 32 ristoranti pugliesi, segno di una sempre più crescente attenzione verso una cucina di qualità nella nostra regione, e di una sempre più forte volontà di migliorarsi continuamente per venire incontro ai palati più attenti ed esigenti.

Tra questi, al ventitreesimo posto, con un punteggio di 14 su 20, spicca Romanazzi's Apulia Restaurant, il ristorante incastonato nell'antica torre del porticciolo di Giovinazzo «che ha - secondo il sito web 2night.it - il sapore delle cose buone e il profumo del mare. Il gusto intenso della Puglia e il piacere della scoperta. È piacevole come una carezza e intenso come la passione. Romanazzi's dà ai suoi clienti il privilegio del gusto, quello della cucina fatta bene, con professionalità e prodotti genuini e selezionati».

Per la guida ai locali, ristoranti ed eventi italiani «il ristorante attira a sé ogni navigante, ogni amante del mare e dei sapori pugliesi. Piccolo e accogliente, Romanazzi's crea un microcosmo fatto di buona cucina e attenzione per le piccole cose, permettendo all'ospite di trascorrere ore di pieno relax in compagnia della buona cucina tradizionale locale».

«Il menù invita a gustare primi piatti fatti con la pasta fresca fatta in casa, specialità di terra e di mare, pesce (anche crudo) e dolci artigianali, ma è proposto anche il menù del giorno con quanto di più fresco offre il mercato. La cantina - conclude 2night.it - offre vini rossi e bianchi sia nazionali che pugliesi, ma ci sono anche birre artigianali salentine, e bollicine».

Romanazzi's, inoltre, dice tutto sin dal suo nome: ristorante con cucina pugliese, e il "da Romanazzi" fa rivivere quel sapore che sa di famiglia e a cui gli italiani sono tanto legati; il tutto detto in lingua inglese: cioè la famiglia, la tradizione regionale, che viene presa e rivisitata secondo i giorni nostri.

Infatti il ristorante propone una cucina che rivive e prende nuovo slancio grazie alle rivisitazioni creative del 33enne chef Giuseppe Romanazzi, nato a Milano e trasferitosi dapprima in Umbria e successivamente in Toscana, ed infine giunto a Giovinazzo, dove ha creato il ristorante perfetto, il posto dove poter mettere a frutto tutte le proprie capacità e conoscenze ed accogliere i propri clienti immergendoli in un'atmosfera incantevole, tra i profumi del mare ed i sapori della sua terra in una cucina che affonda le radici nella tipicità pugliese.

«Una cucina - è scritto nell'edizione 2016 de "I Ristoranti d'Italia" - che non vuole convincere ma catturare, stupire e far parlare di sè: questo è Romanazzi, chef e proprietario, con sedici posti in inverno e poco più nel dehors sul porticciolo, dove il mare si mescola alle altre fonti del gusto».

«Vedi il baccalà mantecato con mirtilli neri e "cartellata" al vin cotto di fichi o il risotto su cannellini e ragù morbido di polpo. Il pesce - si legge ancora nella guida gastronomica del settimanale L'Espresso - è sovrano nei secondi. Ben fatti i dessert e cantina sincera. Degustazione da 37 a 55 euro. Alla carta sui 45».

Un bel riconoscimento per il Romanazzi's nella guida 2016, che premia l'impegno, la passione e la creatività dello chef Giuseppe Romanazzi che consente alla città di Giovinazzo di annoversarsi sempre più nel gotha della gastronomia nazionale.
  • Romanazzi's Apulia Restaurant
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.