L'arresto dei Carabinieri
L'arresto dei Carabinieri
Cronaca

Dà in escandescenze in un bar e molesta gli avventori: arrestato un 53enne

I Carabinieri lo hanno bloccato usando lo spray al peperoncino: l'uomo era armato di un'accetta e di un martello

È andato in escandescenze all'esterno del bar Ragno d'Oro, arrivando al punto di danneggiare fioriere, tavoli e sedie. La vicenda non è degenerata ulteriormente solo grazie all'intervento dei Carabinieri della locale Stazione, che lo hanno bloccato usando lo spray al peperoncino e poi lo hanno arrestato.

Un 53enne del posto, Angelo Amoia, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, è stato arrestato ieri sera. Durante un servizio di controllo, i militari, diretti dal maresciallo capo Ruggiero Filannino, si sono accorti che le acque erano agitate all'esterno del bar di piazza Vittorio Emanuele II, a causa di un uomo che, dopo aver effettuato una consumazione, aveva iniziato a insultare e minacciare gli avventori e il titolare, prima di cominciare a devastare il locale distruggendo tavoli, sedie e fioriere.

Neanche l'arrivo degli uomini in divisa ha indotto a miti consigli il 53enne. Questi, anzi, nonostante la presenza di ben due pattuglie dei Carabinieri, ha tentato di opporsi all'arresto, continuando ad avere un atteggiamento minaccioso, brandendo un'ascia ed un martello nei confronti degli operatori. Ma alla fine quest'ultimi, grazie all'ausilio dei militari dell'Aliquota Radiomobile e all'utilizzo dello spray al peperoncino, hanno avuto la meglio e lo hanno immobilizzato.

Infine, è stato portato presso gli uffici di via Matteotti. Da qui, di concerto con il pm di turno della Procura della Repubblica, il 53enne, con precedenti specifici per resistenza a pubblico ufficiale, oltre che per rapina aggravata e furto e difeso dall'avvocato Francesco Mastro, è stato rinchiuso nel carcere di Bari.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Arresti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Auto data dalle fiamme a Terlizzi: era stata rubata in città Il rogo alle ore 03.00, sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri: la Fiat Punto era stata rubata quattro giorni fa
Siringa usata e sangue nel parco giochi, scatta l'allarme in Villa Siringa usata e sangue nel parco giochi, scatta l'allarme in Villa La scoperta di alcuni genitori: in corso le verifiche della Polizia Locale, ma bisogna trovare soluzioni concrete
È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne È agli arresti domiciliari, ma spaccia lo stesso: in carcere un 31enne L'uomo era tenuto d'occhio dai Carabinieri: sequestrati 100 grammi di hashish e un bilancino di precisione
Energia elettrica a sbafo per 10 anni: 51enne torna in libertà Energia elettrica a sbafo per 10 anni: 51enne torna in libertà L'uomo era ai domiciliari. Il suo difensore, l'avvocato Mongelli, ha ottenuto la rimessione in libertà del suo assistito
Operazione "Kulmi", arrestati due latitanti: fermati in Inghilterra e in Germania Operazione "Kulmi", arrestati due latitanti: fermati in Inghilterra e in Germania I due, un 37enne e un 43enne, erano sfuggiti all'arresto lo scorso giugno. Nell'inchiesta coinvolto anche un giovinazzese
Si fingevano sordomute e chiedevano offerte ai passanti, denunciate Si fingevano sordomute e chiedevano offerte ai passanti, denunciate L'episodio sabato sera. Le due ragazze, entrambe 20enni, sono state smascherate dai Carabinieri
Scippa una donna. Bloccato a Terlizzi da un carabiniere libero dal servizio Scippa una donna. Bloccato a Terlizzi da un carabiniere libero dal servizio Il protagonista è un vice brigadiere in servizio a Giovinazzo. Lo scippatore, un 16enne, è stato arrestato
Rubava energia elettrica da 10 anni: arrestato un 51enne Rubava energia elettrica da 10 anni: arrestato un 51enne L'uomo è finito ai domiciliari. Il danno subito dall'Enel è stato quantificato in circa 5.000 euro
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.