L'arresto dei Carabinieri
L'arresto dei Carabinieri
Cronaca

Dà in escandescenze in un bar e molesta gli avventori: arrestato un 53enne

I Carabinieri lo hanno bloccato usando lo spray al peperoncino: l'uomo era armato di un'accetta e di un martello

È andato in escandescenze all'esterno del bar Ragno d'Oro, arrivando al punto di danneggiare fioriere, tavoli e sedie. La vicenda non è degenerata ulteriormente solo grazie all'intervento dei Carabinieri della locale Stazione, che lo hanno bloccato usando lo spray al peperoncino e poi lo hanno arrestato.

Un 53enne del posto, Angelo Amoia, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, è stato arrestato ieri sera. Durante un servizio di controllo, i militari, diretti dal maresciallo capo Ruggiero Filannino, si sono accorti che le acque erano agitate all'esterno del bar di piazza Vittorio Emanuele II, a causa di un uomo che, dopo aver effettuato una consumazione, aveva iniziato a insultare e minacciare gli avventori e il titolare, prima di cominciare a devastare il locale distruggendo tavoli, sedie e fioriere.

Neanche l'arrivo degli uomini in divisa ha indotto a miti consigli il 53enne. Questi, anzi, nonostante la presenza di ben due pattuglie dei Carabinieri, ha tentato di opporsi all'arresto, continuando ad avere un atteggiamento minaccioso, brandendo un'ascia ed un martello nei confronti degli operatori. Ma alla fine quest'ultimi, grazie all'ausilio dei militari dell'Aliquota Radiomobile e all'utilizzo dello spray al peperoncino, hanno avuto la meglio e lo hanno immobilizzato.

Infine, è stato portato presso gli uffici di via Matteotti. Da qui, di concerto con il pm di turno della Procura della Repubblica, il 53enne, con precedenti specifici per resistenza a pubblico ufficiale, oltre che per rapina aggravata e furto e difeso dall'avvocato Francesco Mastro, è stato rinchiuso nel carcere di Bari.
  • Carabinieri Giovinazzo
  • Arresti Giovinazzo
Altri contenuti a tema
Coronavirus: con il nuovo decreto, sanzioni depenalizzate Coronavirus: con il nuovo decreto, sanzioni depenalizzate Il nuovo dl ha valore retroattivo: non c'è più la sanzione penale, ma solo amministrativa
Coronavirus, la Procura chiede i decreti di condanna. Volpe: «Priorità assoluta» Coronavirus, la Procura chiede i decreti di condanna. Volpe: «Priorità assoluta» Il procuratore di Bari: «Le denunce sono tante. Chiederemo una condanna ad una pena pecuniaria»
Coronavirus, continua la linea dura. Sono 1.901 le persone denunciate Coronavirus, continua la linea dura. Sono 1.901 le persone denunciate I dati della Prefettura di Bari: controllate 31.441 persone, ci sono anche 17 denunce per false attestazioni
Nuova raffica di controlli. Ma ci sono ancora troppe persone per strada Nuova raffica di controlli. Ma ci sono ancora troppe persone per strada I Carabinieri al lavoro senza sosta: malgrado il continuo richiamo al rispetto delle prescrizioni sono numerosissime le persone denunciate
Coronavirus, controlli a tappeto a Giovinazzo: fioccano 15 denunce Coronavirus, controlli a tappeto a Giovinazzo: fioccano 15 denunce Senza validi motivi sono stati trovati in giro dai Carabinieri nonostante il divieto
Salvano la vita ad un 47enne sui binari, il sindaco Depalma: «Complimenti!» Salvano la vita ad un 47enne sui binari, il sindaco Depalma: «Complimenti!» Il primo cittadino si congratula con i tre Carabinieri-eroi «che hanno tutelato la vita di una persona della nostra comunità»
1 Cade sui binari mentre arriva il treno: salvato da tre Carabinieri-eroi Cade sui binari mentre arriva il treno: salvato da tre Carabinieri-eroi La vicenda ieri: un 47enne di Giovinazzo è scivolato sulla strada ferrata. Lo hanno salvato tre eroi in divisa
Stazione dei Carabinieri, il nuovo comandante è Ruggiero Filannino Stazione dei Carabinieri, il nuovo comandante è Ruggiero Filannino 49 anni, maresciallo capo, proviene dalla Compagnia di Cerignola dove ha diretto la Sezione Radiomobile
© 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.