NarraVita

«Uomo di fede e cultura». In memoria di Angelo Depalma

Il ricordo della precedente assise cittadina. Il rito funebre alle ore 15.00 a Sant'Agostino

Un uomo, se ha qualcosa di speciale, non lo dimentichi mai e lo porti con te nel cuore e negli angoli dei ricordi per tutta la vita. Questo vale anche per Angelo Depalma, scomparso ieri all'età di 69 anni.

Era conosciuto anche da chi non ha avuto l'onore di essere un suo alunno. È stato capogruppo consiliare della Margherita dal 2002 al 2007, responsabile educativo e associativo dell'Azione Cattolica (ha ricoperto diversi incarichi anche a livello diocesano, ndr) e presidente del Consiglio Comunale dal 2007 al 2012, durante il secondo mandato del primo cittadino Antonello Natalicchio.

La notizia della sua scomparsa ha sconvolto l'intera città. Non si ricorda solo il professore di francese, ma soprattutto l'uomo che era. Facebook nelle ultime ore sembra essersi trasformato in un diario nel quale scrivere le ultime parole che, in qualche modo, si vogliono far arrivare ad Angelo Depalma. Dolore, affetto e ricordo sono il cuore di ogni messaggio.

La notizia della sua scomparsa è stata appresa dalle parole piene di amicizia e stima di tutti i componenti della sua vecchia assise cittadina, sindaco e assessori compresi, che così lo ricordano.

Antonello Natalicchio (Sindaco 2007-2012): «Angelo Depalma ha interpretato in maniera lineare il meccanismo di rappresentanza alla base dei nostri sistemi democratici. Difendeva con grande risolutezza i valori e la cultura che lo avevano portato in Consiglio Comunale. Mai fatto una discussione per rappresentare vicende puntuali o individuali. Da Presidente del Consiglio ha tutelato l'istituzione a costo di discutere con le forze politiche che l'avevano eletto. Era un politico e prima ancora un uomo di principi».

Carolina Serrone (Assessore comunale 2007-2012): «Un uomo di grande umanità e di cultura, ma soprattutto un marito ed un padre esemplare. Un grande amico sempre disponibile ed incline a trovare una soluzione meditativa e pacifica a tutto anche in politica. Angelo, grazie per i consigli e per le parole di conforto durante gli anni della nostra amministrazione».

Agostino Albrizio (Assessore comunale 2007-2012): «Angelo è difficile descriverlo con pochi aggettivi. L'ho conosciuto da quando ero ragazzo e posso affermare con la sicurezza di non essere smentito che la sua vita l'ha vissuta amando il prossimo più di sé stesso. Questa affermazione non è dettata dall'emozione della scomparsa, ma dal vissuto. Nei momenti di sconforto durante l'esperienza amministrativa quanto ci si scontrava con le meschinità di chi non pensava al bene comune lui diceva che dovevamo continuare. Cioè dobbiamo fare "volontariato politico". Angelo è stato un maestro sia dal punto di vista progettuale e quindi con il pensiero e la persuasione delle menti sia con i fatti che coinvolgono l'operato della vita e tutto ciò con estrema umiltà».

Gaetano Dagostino (Assessore comunale 2007-2012): «Conoscevo Angelo, sin dalle mie prime militanze politiche ai tempi della Democrazia Cristiana e ancor prima nel mondo dell'Azione Cattolica. Condividevo la stessa ideologia e con rammarico penso che avrebbe potuto dare molto di più alla nostra città per incidere maggiormente con le proprie idee nel mondo della vita politica e amministrativa. Dovrebbero prendere esempio da lui molti giovani che frequentano il mondo dell'associazionismo a spendersi e testimoniare di più le proprie idee nella vita di una comunità. Sono vicino e mi stringo al dolore dei familiari».

Cosmo Damiano Stufano (Assessore comunale 2007-2012): «Angelo Depalma è stata una persona perbene e leale. Politicamente parlando, inoltre, in seno alla massima assise locale, ha sempre ascoltato dando a tutti la possibilità di intervenire. È davvero difficile trovare le parole adatte per descrivere il mio stato d'animo. Angelo Depalma è stata una persona speciale, che ha dedicato la sua vita alla scuola ed alla famiglia. Ci mancherà e mancherà a Giovinazzo».

Ruggero Iannone (Consigliere comunale 2007-2012): «Una persona perbene, corretta. Un Presidente del Consiglio al di sopra delle parti moderata nei suoi atteggiamenti. Un amico che stimavo molto».

Gaetano Viscoso (Consigliere comunale 2007-2012): «La saggezza, l'integrità morale, il rispetto di chi non la pensava allo stesso modo erano le virtù più straordinarie di Angelo Depalma».

Filippo Cortese (Consigliere comunale 2007-2012): «Ho avuto il piacere di conoscere Angelo sia come politico, nell'amministrazione Natalicchio, sia come persona nei tantissimi incontri che avevamo nell'Ufficio di Presidenza di cui io ne ero segretario. Mi colpii subito di lui la pacatezza con la quale affrontava i problemi di ogni sorta che passavano da quell'ufficio. Una persona che trasmette compostezza e calma logica non è mai banale, soprattutto in questi periodi in cui sento e vedo personaggi innalzarsi e abbaiare per briciole inutili. Aveva uno stile tutto suo, spero in futuro di attingere il più possibile da questo suo modo di fare educato e modesto. Un esempio. Ciao Angelo».

Leonardo Piscitelli (Consigliere comunale 2007-2012): «Con Angelo ho passato un quinquennio lavorando gomito a gomito e nonostante io stessi all'opposizione non ho mai avuto divergenze, si documentava costantemente per poter essere sempre esaustivo con tutti i consiglieri. Angelo è stato un uomo per bene sia svolgendo la sua professione di insegnante e sia in politica, scevro da compromessi poco chiari. Quando si parlava in confidenza traspirava gioia parlando dei suoi figli adducendo che grazie a loro riusciva a reagire dopo la tragica dipartita della moglie che lui adorava».

Nicola Massari (Consigliere comunale 2007-2012): «La nostra è stata un'amicizia che andava al di là della vita amministrativa. Il gruppo politico era un gruppo di amici senza interessi personali. Una persona seria ed educata che mi ha aiutato molto nel mio mandato da presidente del consiglio. Ho avuto modo di conoscerlo nella vita privata, avevamo un rapporto molto confidenziale, mancherà a tutti quelli che hanno avuto l'onore di conoscerlo».

Giuseppe Altieri (Consigliere comunale 2007-2012): «Una persona genuina, dalle innumerevoli virtù, un uomo da prendere come modello per chi si avvicina al mondo della politica. Sono fiero di aver condiviso con Angelo il mio personale percorso politico».

Raffaele De Gaetano (Consigliere comunale 2007-2012): «Sicuramente c'è chi meglio di me potrebbe dire chi era Angelo. Io l'ho conosciuto solo nell'ambito istituzionale e politico frequentandolo per un tempo relativamente breve (5 anni di mandato in consiglio comunale e militanza nello stesso partito). Dunque lascio ad altri questo onore riservandomi il piacere di raccontare un paio di aneddoti.

Quando lo chiamavamo presidente rispondeva che in Italia una persona ogni 800 è presidente di qualcosa. "Quindi siamo tutti presidenti!" diceva. Ogni volta che uscivano dal palazzo comunale non mancava mai qualche ragazzo o ragazza che venisse incontro a lui per salutarlo calorosamente. Quando si congedavano lui mi diceva con un sorriso smagliante "quello era un mio ex allievo." E questa era per lui una soddisfazione impossibile da dissimulare.

Io, ricordando la mia esperienza di allievo a scuola, pensavo che se un insegnante non è amato dai propri allievi, non sarà molto frequente che venga in seguito fermato per strada per riceverne i saluti. E poi i figli: quanto era in apprensione per i figli, per il loro futuro, me ne parlava ogni volta che ci vedevamo e lo faceva con orgoglio e a volte si commuoveva. Quando è mancato mio padre mi ha chiamato e mi ha dato la notizia riguardante la sua salute con una semplicità ed una serenità disarmanti. Spero che adesso abbia avuto le risposte a tutte le sue domande».

Maria Restivo: (Consigliere comunale 2007-2012): «Conoscere Angelo per me è stato un valore aggiunto come persona e come politico; infatti il mio percorso politico è cominciato con lui a capo dell'assise comunale, guidata con correttezza e rispetto dei ruoli di tutti, e mai sottrattosi a confronti aperti e leali. Esempio per tutti di serietà e lealtà. Ho personalmente usufruito della sua grande cultura, del suo essere sempre disponibile all'ascolto, ma soprattutto ero e sono consapevole del suo alto concetto di moralità, rettitudine e onestà che hanno sempre caratterizzato l'uomo Angelo Depalma.

La vita non gli ha negato dolori, sempre dedito alla famiglia, al lavoro e alla sua fervida fede, per la quale non si è mai risparmiato... fino alla fine. Mi mancheranno il suo sorriso rassicurante, i suoi consigli dati sottovoce... Uomo d'altri tempi. Un abbraccio forte ai suoi figli. Mi auguro che gli Amministratori trovino il tempo nel prossimo consiglio comunale di ricordare la figura del professore Angelo Depalma presidente del consiglio comunale dal 2007 al 2012».

Angelo Lasorsa: (Consigliere comunale 2007-2012): «Io lo ricordo sia come professore essendo stato suo alunno negli anni della scuola superiore sia come presidente del consiglio comunale. In entrambi i ruoli ho sempre notato la sua passione e impegno nello svolgimento delle attività e nel rispetto delle persone. Perdiamo un uomo di spessore morale e culturale elevato».

Vitangelo Bavaro: (Consigliere comunale 2007-2012): «In questo triste giorno, ricordo un uomo di cui ho potuto apprezzare la sua competenza, intelligenza ed estremo garbo, anche quando, in Consiglio Comunale, siamo stati schierati su banchi opposti. Porgo le più sincere condoglianza a tutta la famiglia».

Gianni Camporeale: (Consigliere comunale 2007-2012): «Con grande tristezza ho appreso la scomparsa di Angelo Depalma. Ho avuto la possibilità di incontrarlo prima delle feste natalizie ed ebbi piacere di salutarlo e vederlo abbastanza bene, nonostante la sua malattia. Lo conosco da sempre essendoci tra noi un vincolo di parentela, ma ho avuto il grande piacere di conoscerlo meglio durante l'esperienza amministrativa vissuta insieme nella scorsa legislatura. Posso dire di avere, soprattutto, apprezzato in lui meritevoli capacità dialogative, accompagnate da un tratto comportamentale molto pacato e umano.

È stato un professore per tantissimi studenti, ma di noi venti consiglieri comunali durante l'amministrazione Natalicchio è stato il Presidente del Consiglio Comunale nella sua interezza, il cui operato lo rammento caratterizzato da una grande disponibilità di ascolto verso tutti e sono convinto che non vi è alcuno che non potrà essere d'accordo con questa parole. Albert Einstein diceva: !La nostra morte non è una fine se possiamo vivere nei nostri figli e nella giovane generazione. Perché essi sono noi: i nostri corpi non sono che le foglie appassite sull'albero della vita". Concludo rivolgendo un pensiero affettuoso al ricordo di chi ci ha lasciato, una persona la cui umanità resterà nella mente dei più».

Il rito funebre si terrà questo pomeriggio, alle ore 15.00, nella chiesa Sant'Agostino.
  • Angelo Depalma
Altri contenuti a tema
1 L'hockey italiano sempre più in crisi: l'AFP stacca la spina L'hockey italiano sempre più in crisi: l'AFP stacca la spina Il club di Dino Camporeale getta la spugna e rinuncia alla serie A2. Resta il vivaio
AFP Giovinazzo, nobile decaduta. Addio definitivo all'A2? AFP Giovinazzo, nobile decaduta. Addio definitivo all'A2? Oggi la deadline per l'iscrizione. Il club di Dino Camporeale dovrebbe ripartire dalla B
AC, una grande festa a Sant'Agostino nel ricordo di don Nicola Melone ed Angelo Depalma AC, una grande festa a Sant'Agostino nel ricordo di don Nicola Melone ed Angelo Depalma Si celebrano questo pomeriggio i 120 anni di attività diocesana ed i 150 anni a livello nazionale
Crisi AFP, Angelo Depalma invita a riflettere Crisi AFP, Angelo Depalma invita a riflettere Il capitano-allenatore: «E se domani non esistesse più?»
AFP Giovinazzo vs Cremona, appuntamento con la storia AFP Giovinazzo vs Cremona, appuntamento con la storia La posta in palio è altissima. Depalma: «Ci vorrà tanto cuore, ma soprattutto tanta intelligenza»
Angelo Depalma: una vita di servizio Angelo Depalma: una vita di servizio Il sorriso lo ha accompagnato fino all’ultimo
«Angelo Depalma, persona buona e speciale» «Angelo Depalma, persona buona e speciale» Il saluto dell'Osservatorio per la Legalità e per la difesa del Bene Comune
Grazie Professore! Grazie Professore! Un ricordo speciale di un gentiluomo d'altri tempi
© 2001-2019 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.