Operai al lavoro a Torre Bonvino
Operai al lavoro a Torre Bonvino

Torre Bonvino ripulita dall'Assessorato al Decoro

L'intervento due giorni fa. Depalo: «Speriamo questi fenomeni delinquenziali si affievoliscano»

Era stato il giornalista, scrittore e meridionalista Marino Pagano a segnalarcelo. Torre Bonvino, in agro fra Giovinazzo e Bitonto, luogo ricco di storia locale, era stato trasformato in una discarica.

Alla segnalazione ed all'articolo della nostra testata era seguita la denuncia dettagliata ed articolata portata avanti dal collega bitontino, che da anni è impegnato nella salvaguardia del patrimonio storico-rurale del Mezzogiorno. Quella foto, data in esclusiva a noi di Viva Network ed usata poi per denunciare ogni nefandezza nell'agro da parte di gruppi politici, aveva fatto il giro del web.

Dal Corpo di via Cappuccini si erano quindi mossi sin dai primi giorni di novembre e l'Assessorato al Decoro Urbano, guidato da Gaetano Depalo, ha dato il via, due giorni fa, alle operazioni di pulizia del sito. Operazioni, è bene precisarlo a scanso di equivoci, che hanno ripulito buona parte di quanto scaricato impunemente (arredi, materiale di risulta edile, plastica, vetro, vecchi elettrodomestici) ma che non possono bonificare del tutto l'area, inquinata da tanto tempo e dal reiterarsi di comportamenti delinquenziali.

Termine usato anche dall'Assessore Depalo che ci ha detto: «Nei limiti del possibile cerchiamo sempre di contenere i fenomeni di inciviltà diffusa. Purtroppo - ha continuato - presidiare chilometri quadrati di territorio senza l'aiuto e le segnalazioni di cittadini virtuosi è cosa davvero difficile, così come organizzare una raccolta straordinaria fuori dall'ambito meramente urbano non lo si può fare senza un'accurata pianificazione.

Il sito in questione -
ha sottolineato Gaetano Depalo - era stato segnalato alla nostra attenzione nei primi giorni di novembre ed è stato ripulito per la maggior parte giovedì scorsi. Speriamo - è il suo auspicio - che pian piano questi fenomeni, che non esito a definire apertamente "delinquenziali", sia per la repressione possibili attraverso nuovi ed incisivi mezzi di contrasto, sia per l'aumento del senso civico, si affievoliscano sempre di più sino a scomparire».

Sappiamo che i fenomeni in zona non si arrestano mai, secondo quanto riferitoci dai contadini, e preoccupano quelle chiazze nere in foto segno di roghi, gli stessi denunciati negli scorsi giorni da PrimaVera Alternativa.

C'è bisogno di una task force che operi in sinergia con altri territori, per contenere, se non reprimere, comportamenti spesso perpetrati da ditte ed operai, "specializzatisi" ormai in questo tipo di "trasporto". Ecco su questo aspetto i controlli potrebbero divenire davvero più serrati.
3 fotoPulizia di Torre Bonvino
IMG WAIMG WAIMG WA
    © 2001-2020 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
    GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.