Monsignor Domenico Amato. <span>Foto Diocesimolfetta.it</span>
Monsignor Domenico Amato. Foto Diocesimolfetta.it
Chiesa locale

Trigesimo della morte di don Mimmo Amato

Domani, alle ore 19.00, nella Cattedrale di Molfetta

Domani, alle ore 19.00 nella Cattedrale di Molfetta, la diocesi si incontra per la preghiera di suffragio nel trigesimo della morte di Mons. Mimmo Amato. La messa sarà presieduta da mons. Luigi de Palma, custode di un'amicizia incomparabile condivisa con don Mimmo Amato. Concelebrerà, invece, Mons. Ignazio de Gioia, Amministratore diocesano con i numerosi sacerdoti che saranno presenti.

Già domenica 1 novembre, nella solennità di Ognissanti, è stato pubblicato un numero monografico di Luce e Vita, dedicato alla figura di don Mimmo Amato, con importanti testimonianze sulla sua vita ed una sua riflessione sul tema della santità. Questo numero sarà disponibile mercoledì, per quanti non l'avessero ricevuto, insieme al numero successivo con l'omelia per il trigesimo e una immagine ricordo predisposta dalla famiglia Amato.

Tante le domande, difficili le risposte, una sola la certezza: vita e morte fanno parte della nostra esistenza e, nella prospettiva cristiana, come il dono della vita ci apre al tempo presente, la morte segna un varco verso l'eternità. Ma questa certezza lenisce soltanto, senza eliminare, il dolore per un'assenza fisica che ogni giorno si percepisce come incolmabile.

La diocesi è stata provata duramente e più volte per la perdita del proprio Pastore: don Tonino Bello 22 anni fa, poi don Gino Martella e don Mimmo Amato negli ultimi quattro mesi, ma ha sempre vissuto con grande compostezza questi momenti, manifestando capacità di rialzarsi e camminare, talvolta anche osando percorsi nuovi riconosciuti a livello regionale e nazionale. Anche adesso sta camminando, con passo lento ma deciso, sotto la guida paterna di don Ignazio de Gioia.

Gli uffici diocesani hanno predisposto e stanno attuando una programmazione ordinaria che trova corrispondenza nella vita delle parrocchie; prosegue l'attività di accoglienza della Caritas, presso il centro "don Tonino Bello" in via Pisacane, dando risposte concrete al bisogno di cibo, vestiario e coperte; una delegazione diocesana, guidata da don Vito Bufi, sarà la prossima settimana a Firenze, per il 5° convegno ecclesiale nazionale; si sta programmando quanto necessario per l'imminente inizio del Giubileo e si va definendo il programma della Marcia Nazionale della Pace, nella notte di Capodanno.

Nell'animo di tutti è però viva l'attesa della buona notizia: la nomina del nuovo vescovo e il suo ingresso in diocesi, per riprendere il passo lieto sulle vie del Vangelo.
  • Don Mimmo Amato
Altri contenuti a tema
La Diocesi ricorda don Mimmo Amato La Diocesi ricorda don Mimmo Amato Questo pomeriggio celebrazione
Un anno senza Mons. Mimmo Amato: oggi una celebrazione Un anno senza Mons. Mimmo Amato: oggi una celebrazione Alle 19.00 presso la Cattedrale di Molfetta
L'Osservatorio ricorda don Mimmo Amato L'Osservatorio ricorda don Mimmo Amato Un pensiero breve per una forte emozione
L'ultimo, lungo e inarrestabile addio a don Mimmo L'ultimo, lungo e inarrestabile addio a don Mimmo Il saluto estremo a padre Amato. L'ultimo abbraccio dei fedeli
L'eredità di don Mimmo: il primato del Vangelo L'eredità di don Mimmo: il primato del Vangelo Il vuoto che ci lascia, il suo ministero, il suo dialogo
L'ultimo saluto a don Mimmo di Monsignor Cacucci L'ultimo saluto a don Mimmo di Monsignor Cacucci «Un padre, un fratello, un amico»
Oggi i funerali di Don Mimmo Amato Oggi i funerali di Don Mimmo Amato Alle ore 16.30 nella Cattedrale di Molfetta
«In memoria di Don Mimmo Amato» «In memoria di Don Mimmo Amato» Il ricordo dell’Organizzazione Festeggiamenti Maria SS. di Corsignano
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.