Ricordino per strada
Ricordino per strada

Deiezioni canine: una piaga inestirpabile

Ci scrive un lettore che denuncia la mancanza di senso civico e di controlli

«Una perla che viene maltrattata». Ha ragione il nostro lettore che ci ha inviato le foto che vedete in gallery.

Giovinazzo è una perla maltrattata proprio nella zona di Levante che dovrebbe essere «il salotto dell'area metropolitana, lo sguardo sul mare». Sì, ha ragione il nostro lettore che lamenta una diffusissima prassi: l'abbandono di deiezioni canine sui marciapiedi, nelle aiuole, anche quando nelle vicinanze ci sono appositi contenitori. Una piaga autentica, frutto della noncuranza e dell'inciviltà di molti proprietari sporcaccioni, tra le cui fila sono annoverabili anche insospettabili.

Quella "perla" è quindi violentata, anche in un'area che è divenuta da maggio scorso il biglietto da visita migliore. All'abbandono delle "cacche" di cane (perché di quello stiamo scrivendo, se qualcuno non lo avesse compreso..) si unisce «l'umiliazione - scrive il nostro lettore -, mista a rassegnazione, che devono subire gli operatori ecologici durante la "raccolta"».

Un fenomeno che non si arresta e che, dopo aver subito un rallentamento con l'entrata in vigore del porta a porta a cui fecero seguito le prime contravvenzioni ai trasgressori, è ripreso toccando nuovamente picchi notevoli (problemi simili si riscontrano lungo il perimetro di Villa Palombella, su via Daconto, in via Dogali, in via Bisanzio Lupis, in via Toselli e sul Lungomare Marina Italiana, solo per citare altri esempi).

Il nostro segnalatore ricorda che esisteva un accordo, datato 1° aprile 2013, con le Guardie Ecozoofile dell'Anpana, le quali avevano il compito di «garantire il rispetto delle norme ambientali» segnalando il tutto alla Polizia Locale. Ma di quell'accordo non sembra esserci più traccia. E quindi chi vigila?

Pertanto quel che conta, soprattutto per i cittadini che fanno il loro dovere, è che i trasgressori vengano puniti e che il fenomeno sia in qualche modo arginato, magari prevenendolo con controlli costanti nell'aree più frequentate dai proprietari di cani. Qualcosa che non ci sembra stia avvenendo troppo spesso, a nocumento di chi passeggia ignaro di quel che potrà calpestare.

Il grado di civiltà di una comunità si misura anche da questi aspetti, così come l'appetibilità di una località in chiave turistica. Rammentiamolo sempre quando discorriamo, talvolta con eccessiva leggerezza, di accoglienza dei visitatori e città slow.



8 fotoLa piaga delle deiezioni canine
IMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
  • deiezioni canine
Altri contenuti a tema
15 Escrementi canini nella fontana pubblica di via Lupis Escrementi canini nella fontana pubblica di via Lupis L'indignazione di un cittadino
Deiezioni canine e microchip, controlli serrati della Polizia Locale Deiezioni canine e microchip, controlli serrati della Polizia Locale Nella sola mattinata di oggi sono stati controllati 28 cani: riscontrate 4 violazioni
38 verbali per abbandono di rifiuti e deiezioni canine 38 verbali per abbandono di rifiuti e deiezioni canine Intensa attività della Polizia Locale. Depalma: «Ringrazio i cittadini per la collaborazione»
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.