Gianluca Battista parla agli studenti
Gianluca Battista parla agli studenti
Scuola

Il Liceo "Sylos" di Bitonto a lezione di social network da Gianluca Battista

Mercoledì scorso il Cinema Il Piccolo di Santo Spirito ha proietatto il film "The Circle" con dibattito conclusivo condotto dal nostro caporedattore

Gli studenti del Liceo Classico, Linguistico e delle Scienze Umane "Carmine Sylos" di Bitonto, mercoledì 19 dicembre, sono stati ospiti del Cinema Il Piccolo di Santo Spirito per assistere alla proiezione del film "The Circle", girato nel 2017, interpretato da Tom Hanks ed Emma Watson e diretto da James Ponsoldt. Gli alunni dell'istituto bitontino, al termine della proiezione, si sono confrontati sul ruolo dei social network con il nostro caporedattore, Gianluca Battista.

La pellicola ruota intorno alle vicende di The Circle, una società informatica per cui Mae, la giovane protagonista, si trova a lavorare. Il film mette in luce, in maniera anche paradossale e volutamente spinta agli estremi dagli sceneggiatori, quanto i social network possano influenzare la vita di ciascuno di noi, fino ad annientarne la personalità, riducendo drasticamente i margini in cui far valere la propria libertà.

La proiezione nell'accogliente sala santospiritese era inserita nella serie di appuntamenti voluti dal Circolo Il Piccolo Principe, da diversi anni punto di riferimento per la cultura nel V Municipio barese. Gianluca Battista, ben introdotto dalla puntuale Paola Sblendorio, ha dialogato con gli studenti bitontini non prima di aver rimarcato quanto la parola "privacy" debba necessariamente far rima con "libertà". Non vi sarebbe dunque l'una, se non vi fosse l'altra, elemento essenziale per l'autodeterminazione degli individui.

In buona sostanza, per il giornalista è fondamentale rendere parte della nostra vita i social media, ma sempre conoscendone le insidie, soprattutto se si è minori. Ed è stato questo il punto cruciale del dibattito: l'iper-utilizzo di queste risorse tecnologiche da parte dei nostri figli, rischia di condizionarne in maniera definitiva le scelte individuali, omologandole a comportamenti imposti dalla stesse società che gestiscono i social, compromettendo la loro capacità di relazione. Sì alla tecnologia, quindi, ma no, secondo Battista, all'appiattimento dei gusti, al voyeurismo informatico (come accade nel film e purtroppo sempre più spesso nella realtà), alla voglia di notorietà diffusissima tra i millenials che talvolta, come le cronache insegnano, può spingersi fino alle estreme conseguenze.

Interessanti anche le domande degli studenti su diritti dei minori e comunicazione, con passaggi importanti sulla deontologia giornalistica.

«Siate ambiziosi nella vostra vita - ha chiosato il caporedattore Viva Network rivolgendosi al giovanissimo ed attento uditorio -, ma non lasciate mai che questa vostra ambizione faccia rima con ossessione e sia solo un tentativo di rendersi visibili ad ogni costo. Non è con un selfie o con un video che cambierete le vostre sorti se non sarete in grado di sviluppare coscienza civica e capacità critica su ciò che vi circonda, vedete o leggete».

Un incontro-confronto che speriamo possa ripetersi con altri giornalisti del nostro network, visto il continuo e quotidiano rapporto con i nuovi mezzi di comunicazione. Un plauso al Circolo Il Piccolo Principe, infine, per le tematiche mai banali che sottopone alle scolaresche di ogni ordine e grado di tutta la Città Metropolitana di Bari.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
© 2001-2022 GiovinazzoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata. Tutti i diritti riservati.
GiovinazzoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.